L'Etna è il maggiore vulcano attivo d'Europa con i suoi oltre 3300 m di altezza ed un diametro basale di circa 40 km. L'attività vulcanica ha inizio 700-500.000 anni fa con intrusioni magmatiche sottomarine nella zona di Acicastello (CT) ed effusioni laviche subaeree nei pressi di Paternò (CT). Negli ultimi 100.000 anni, l'asse eruttivo migra verso ovest costituendo almeno sei principali edifici vulcanici sovrapposti con emissione di magmi appartenenti alla serie alcalino-sodica. L'aspetto attuale del vulcano è il risultato di un evento esplosivo che risale a circa 14.000 anni fa con la formazione della caldera del Cratere Ellittico. L'Etna ha quattro crateri sommitali attivi (Cratere di Sud-Est, Bocca Nuova, Voragine. Cratere di Nord-Est), tre zone principali di frattura disposte a raggio e numerose bocche eccentriche (circa 250). L'attività storica è consistita in un degassamento continuo dai crateri sommitali, associato a fenomeni stromboliani e pliniani, dei quali il più violento è avvenuto nei 122 a.C. Le maggiori quantità di lava sono state emesse anche in tempi recenti dalle bocche eccentriche.
   

2004-2018 festasangiovannibattista.it

I diritti delle immagini o dei video sono riservati.
Clausole del sito.